Hamra Abbas: Vivo per l'arte. Vivo con l'arte.

Sculture, video, foto, miniature. Riuscirò a guadagnare con le mie opere?

Bio

Ciao a tutti!

Decido finalmente di parlarvi di me, salutando prima di tutto i lettori del mio sito ai quali dedico il mio più sentito benvenuto in questo spazio virtuale, un po’ personale ma anche molto vostro, perché è grazie a questo spazio che cercherò di farvi conoscere la mia arte e, forse, riuscirò ad essere di aiuto per qualcuno che, come me, ha un sogno nel cassetto ed ha bisogno di una spinta per iniziare finalmente a coltivarlo.

sì, sono proprio io da piccola :D

sì, sono proprio io da piccola 😀

Il mio nome è Rosa, sono una persona poliedrica, che non si è mai lasciata abbattere di fronte alle innumerevoli difficoltà che, purtroppo, un artista può attraversare.

Il fatto che mi sia avvicinata all’arte sin da bambina è stato per me uno stimolo a continuare, a perseverare, sebbene non abbia avuto sempre la famiglia dalla mia parte: non che i miei genitori mi avessero mai fatto mancare nulla, ma probabilmente la loro generazione ed il loro vissuto non gli hanno permesso di guardare con lucidità al mio futuro, un futuro che sin da bambina io immaginavo costellato di opere d’arte, mostre, collezioni e complimenti.

Certo, non posso dire che tutto questo sia stato facile: per amore dell’arte ho rinunciato a molte cose, non ho dedicato quasi per niente la mia vita al divertimento, alle serate in discoteca, e qualche volta ho dovuto limitare i rapporti interpersonali perché, ricordatelo, quando siete ispirati una piccola distrazione può essere una tragedia, e può rovinare mesi e mesi di lavoro e dedizione!

Ho dedicato notte e giorno alle mie opere, che inizialmente, in realtà, di fantastico avevano ben poco. Ma con il tempo, lo studio, e la dedizione, sono riuscita ad avere un mio spazio che mi è fruttato qualcosa e che mi ha concesso il giusto riscatto dopo anni di fatica: tempo, dedizione e studio sono i tre ingredienti principali, quelli che non devono mai mancare se volete ottenere i risultati sperati, qualunque sia il vostro obiettivo!

felice e spensierata grazie all'arteMa veniamo a me! Come ho detto, inizialmente la mia famiglia aveva preso questa mia passione per l’arte come un gioco, come una sorta di hobby che naturalmente non mi avrebbe fruttato il guadagno sperato. E, a dire la verità, non è che quando hai solo 15 anni pensi al guadagno: hai una passione, hai un talento, e vuoi solo che il tuo talento venga visto, capito e riconosciuto, nulla di più.

A vivere della mia arte ci ho pensato un po’ di più quando ho raggiunto la maggiore età, e quando, parlando con i miei amici e compagni di scuola, mi resi conto che tutti avevano un obiettivo ben preciso ma le mie idee non potevano che rimanere dei sogni, se non le avessi fatte accompagnare da un senso della realtà più convincente, non solo con la mia famiglia, ma anche con me stessa.

Da sempre appassionata di arte, mi sono ben presto imbattuta nelle difficoltà di guadagnare con i miei disegni e con le mie sculture. Certo, passare dal sogno alla realtà non è stato facile: anche per me, che nel cassetto avevo solo qualche pennello ed il sogno di diventare come Hamra Abbas, una artista che ammiro da sempre e di cui apprezzo le capacità pratiche e la versatilità – le porte chiuse in faccia (direi proprio: sbattute!), sono state non poche ed ho avuto anche io i miei momenti negativi. A proposito, puoi ammirare qui di fianco una sua opera, lezioni sull’amore.lezioni sull'amore, una delle mie opere preferite di hamra abbas

Momenti in cui mi sono chiesta cosa stessi facendo della mia vita, momenti in cui mi sono chiesta se ero davvero brava come pensavo, e momenti in cui ho addirittura pensato di mollare e di ripiegare verso un percorso di studi che avrebbe fruttato sin dall’inizio e che mi avrebbe permesso non solo di guadagnare sbarcando il lunario, ma soprattutto di vivere dignitosamente.

Ho deciso di aprire questo sito proprio quando ho realizzato, dopo i diversi momenti di crisi attraversati, che nella vita è molto importante perseverare, soprattutto se si ha del talento e se si vuol diventare “qualcuno”: io in mente avevo la versatilità di Hamra Abbas – pensate che è proprio a lei che ho dedicato il nome del mio sito – e la sua capacità di lavorare su una vasta gamma di supporti, dalla carta collage e pittura di scultura effimera plastilina morbida e video, riuscendo a rappresentare tutte le realtà e tutte le verità della vita quotidiana, dallo stampo umoristico a quello tradizionale, dallo stampo culturale a quello religioso.

Insomma, ciò che più mi ha colpito, sin dall’inizio, di questa bravissima artista è stata proprio la sua capacità di esprimere sempre se stessa, le proprie idee ed il proprio essere, senza mai perdere di vista la realtà degli altri, quella che, molto spesso, gli artisti, erroneamente, tendono a dimenticare isolandosi nel loro mondo cosmico fatto di pennelli, pittura, scultura e colori.

Se è vero che i miei genitori inizialmente non capivano il mio interesse per l’arte, è anche vero che la mia famiglia non mi ha mai vietato di inseguire il mio sogno, anzi! Una volta terminata la scuola superiore, e quando finalmente anche loro si erano resi conto del fatto che il mio sogno era molto più che un sogno, mi sono buttata a capofitto nella pittura, ho iniziato a dipingere per me stessa, ad inseguire le mie esigenze e ad ascoltare tutto ciò che il cuore e la mente creativa mi dettavano. Fortunatamente, ho potuto farlo perché la mia famiglia mi ha sostenuto economicamente ed anche se all’inizio non guadagnavo molto con i miei dipinti, tutto ciò non importava perché comunque avevo ben fisso nella mente che disegnare, dipingere, scolpire, era tutto ciò che nella vita volevo fare.

E così, senza alcuna pressione né familiare né personale, mi sono imbattuta nella possibilità di mostrare i miei dipinti e le mie opere al pubblico grazie ad una mia amica, che nel mondo dell’arte era sicuramente più conosciuta.

Da lì, il salto qualitativo è stato a dir poco impressionante: ben presto un critico d’arte mi ha contattata per farmi una proposta interessante, ed ancora oggi collaboro con lui vendendo, all’asta, i pezzi più richiesti.

Ma come ho detto all’inizio del mio articolo, sono una persona poliedrica, instancabile, ed alla continua ricerca di un modo per migliorare se stessa: ecco perché nel mio sito troverete non solo complimenti e storie belle, ma soprattutto la mia storia, quella che giorno dopo giorno costruisco con gioia ma, talvolta, anche con fatica e sacrificio.